Press

Conosciamoci meglio

Le interviste:

| Professione editor, da “In nomine artis” |
Ci sono stati diversi momenti emozionanti. Di recente, per esempio, un autore che ho seguito ha condiviso con me l’arrivo di un contratto per la pubblicazione del suo romanzo. Vederlo mi ha resa davvero felice. Sono come la vecchia zia fiera delle storie altrui: le osservo crescere e maturare, pur non essendone la madre. Le esperienze migliori riguardano i successi di chi vedo lavorare e impegnarsi. Quando arrivano, è come se accadesse a me.

 

| I mestieri dell’editoria, di Marco Freccero |
Tutti gli autori hanno un legame emotivo fortissimo con la propria opera e subire l’intrusione di un altro cervello è dura. Un bravo editor diventa quasi uno psicologo, un confidente, e sa capire che siamo tutti un po’ matti.

 

| Tendenze di mercato, Gabriele Dolzadelli |
Quel che davvero crea i successi e le tendenze è una voce diversa dalle altre. Che si parli di un erotico o di un trattato filosofico, l’autore di successo è colui che riesce a dire qualcosa di attuale, concreto e interessante, ma in un modo nuovo.

 

| Colibrì, podcast radio |
Una chiacchierata con Alessandra Monaco, editore, sull’editing e sul ruolo dell’editor.

 

| ReadEat, libri da mangiare |
L’editing impone un dialogo, che precede l’intervento concreto, e che serve a conoscersi, a entrare in contatto con lo stile di quella persona e a capire quale sia l’obiettivo comune. Vien da sé che questo obiettivo comune non potrà essere lo stravolgimento del testo.