Post Single Page

La domanda

Sara

In Scrittura Posted

In questo periodo fioccano i guru, con le loro teorie, le equazioni segrete che vi verranno svelate se vi abbonerete a soli nove euro e novantanove al mese, eppure siete testardi: la domanda, sempre la stessa, viene posta anche a me più o meno ogni giorno.

E quale sarebbe, questa domanda? Di base, parte dal come faccio; per il resto, è componibile a seconda della situazione. Come faccio a pubblicare il mio libro? Come faccio a trovare lettori? Come faccio ad avere successo?

Non so come mai quei guru non vi abbiano ancora fornito la risposta. Sicuramente ne sapranno più di me: io non sono un’autrice famosa, non sono diventata ricca scrivendo e non ho milioni di follower pronti a lanciarsi da una rupe al mio ordine. Non sono per niente un guru, io, insomma; però qualcosa da dire in proposito, se volete, ce l’ho.

Ecco, vi servono soltanto due cose: l’impegno e la pazienza.

“Ma come?” direte. “E che vuol dire? Io mi impegno già e ho fin troppa pazienza, però il mio libro non vende, gli editori mi hanno fatto una diffida e pure mia madre ha lasciato una recensione negativa su Amazon!” Calma, miei prodi: può essere difficile da accettare, ma se il risultato non arriva significa che, di questi due piccoli ingredienti, non ce n’è stato abbastanza. Certo, non è facile. Nessuno (spero) ha mai detto che lo sia e nessuno vi impone di provarci.

L’impegno fa sanguinare: la scrittura è un lavoro vero, da notti insonni, ore e ore a fissare il soffitto, giornate con il naso tra le pagine per cercare ispirazione, mesi di revisioni e confronti. A volte (eresia!) dovrete cancellare una stesura fallimentare e ripartire da capo. Dovrete rendervi capaci di accettare critiche e rifiuti. Dovrete insistere, ma con criterio, accogliendo la crescita e il cambiamento.

La pazienza è proprio antipatica: le attese sembrano infinite, nessuno vi dà retta, nessuno scommette su di voi a cinque minuti da quando avete messo il punto finale. Che seccatura! Gli editori non rispondono quasi mai, gli agenti chiedono soldi, bisogna informarsi e stare attenti alle fregature, l’editor ci mette settimane a terminare la revisione e il vostro beta preferito è scappato in un altro continente pur di non leggervi più. Peccato. Ma il sogno l’avete, no? E allora lavorateci.

Con impegno e pazienza.

Davvero, se volete potete inviarmi nove euro e novantanove al mese e mi premurerò di ripetervelo ogni sera, prima di dormire, nell’orecchio. Ma il segreto, miei prodi, è questo.

0 Comments

Leave a Comment